Rinnovare - Associazione Maria Regina dei Cuori

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rinnovare

Consacrazione a Maria > Consacrarsi

Testo di Montfort (ASE 225-226)
Io, N... peccatore infedele,
rinnovo e ratifico oggi nelle tue mani
i voti del mio battesimo:
rinuncio per sempre a Satana,
alle sue seduzioni e alle sue opere,
e mi do interamente a Gesù Cristo,
la Sapienza incarnata,
per portare dietro a lui la mia croce
tutti i giorni della mia vita,
e per essergli più fedele che nel passato.
Ti scelgo oggi, davanti a tutta la corte celeste
come mia Madre e Sovrana.
Come uno schiavo ti consegno e consacro il mio corpo e l’anima mia,
i beni interiori ed esteriori, il valore stesso delle mie buone opere,
passate, presenti e future;
ti lascio il diritto pieno e totale
di disporre di me e di tutto ciò che mi appartiene,
senza eccezione, secondo il tuo volere e alla maggior gloria di Dio, per tempo e l’eternità.
O Vergine benigna, ricevi la piccola offerta della mia schiavitù:
in onore e unione alla sottomissione
che la Sapienza eterna ha voluto avere nella tua maternità;
come riconoscimento del potere che tutti e due avete su di me,
piccolo verme e misero peccatore;
e in ringraziamento per i doni che la santissima Trinità
ti ha concesso.
Come tuo vero schiavo,
dichiaro di volere ormai cercare il tuo onore
e obbedirti in tutto.

❖ INTEGRAZIONE
 In ascolto della Parola
Leggo lentamente due o tre volte il testo di Montfort. Sottolineo le parole che mi colpiscono. Poi leggo 1 Corinti 3, 21-4,2:
Quindi nessuno ponga il suo vanto negli uomini, perché tutto è vostro: Paolo, Apollo, Cefa, il mondo, la vita, la morte, il pre-sente, il futuro: tutto è vostro! Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio. Ognuno ci consideri come servi di Cristo e amministra-tori dei misteri di Dio. Ora, ciò che si richiede agli amministra-tori è che ognuno risulti fedele.

 In ascolto della vita
Per esprimere la sua relazione con Cristo e Maria, Montfort uti-lizza l’immagine dello schiavo, quale simbolo della più totale appartenenza a un altro.
- Cosa posso fare perché tutto ciò che sono e vivo appartenga  più totalmente a Dio?
-  Quale passaggio del vangelo mi rivela che Maria appartiene  totalmente a Dio? Come posso vivere questa appartenenza?

 Preghiera
Concludo con la preghiera di Charles de Foucauld:
Padre mio, mi abbandono a Te fa di me ciò che ti piace; qua-lunque cosa tu faccia di me, ti ringrazio. Sono pronto a tutto, accetto tutto, purché la tua volontà si compia in me ed in tutte le tue creature; non desidero niente altro, mio Dio.
Rimetto la mia anima nelle tue mani, te la dono, mio Dio, con tutto l’amore del mio cuore, perché ti amo. Ed è per me una   esigenza d’amore il donarmi, il rimettermi nelle tue mani, senza misura, con una confidenza infinita, perché tu sei il Padre mio.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu